PROGETTO OBIETTIVO “L’AUTONOMIA” – Modalità operative

Modalità operative

Le modalità di esercizio del servizio sono caratterizzate da particolari tipologie di attività educative, formative ed esperienziali.

L’approccio pedagogico che guida l’azione si avvale di interventi di programmazione, di osservazione, di valutazione e di verifica. Parte integrante del patrimonio di base dell’utente, parte inevitabilmente coinvolta nelle performance già acquisite, risulta il vissuto familiare. Indispensabile è infatti la conoscenza delle regole operative valide nel contesto domestico, comprese le sostituzioni e le abitudinarie omissioni, dinamicamente assunte e/o attribuite ai danni della  possibile indipendenza. Pertanto nell’accoglienza globale della persona grande ruolo e rilievo rivestono le informazioni riferite e/o osservate circa il funzionamento domestico, informazioni raccolte dall’Equipe nello specifico delle professionalità incaricate.

Sulla base degli indicatori raccolti e selezionati si procede a forme di osservazione sistematica dei diversi bisogni, delle esigenze specifiche e delle singole motivazioni al fine di poter programmare interventi mirati relativi a scelte di campo e di azioni.

Fortemente promossa la libera partecipazione di singoli, favorendo l’attrazione verso aree di interesse capaci di far emergere il protagonismo del giovane utente.

La proposta progettuale prevede una modulazione delle attività in 5 appuntamenti settimanali  –

dal lunedì al venerdì – della durata di 6 ore ciascuno.

L’ambiente sede delle attività, sia internamente che esternamente, risulta allestito in aree di attività/interesse capaci di rispondere, nello spazio, a criteri di partecipazione, attivazione e modifica secondo i livelli di crescita e di ricerca effettuate nel tempo direttamente dagli utenti beneficiari:

 

      • Area AUTONOMIA PERSONALE: allestita nelle zone dedicate alle funzioni igieniche, dell’alimentazione e dell’abbigliamento;
      • Area AUTONOMIA AMBIENTALE: dedicata alla conoscenza degli spazi di riferimento più prossimi per giungere all’esterno urbano;
      • Area AUTONOMIA SOCIALE: sinergicamente attivata nell’impostazione di sostegno all’identità personale e sostenuta negli approcci funzionali con la vita di relazione interna ed esterna.

 

    • LABORATORI ATTIVATI: lo sviluppo operativo del programma di attività si concretizza nell’allestimento/fruizione di aree laboratoriali differenziate ognuna delle quali è finalizzata a conseguire precisi risultati:

 

Area interesse Risultati
Laboratorio musicale Acquisizione conoscenze, capacità di ascolto e memoria, sviluppo della manualità, autostima.
Laboratorio arte ceramica Acquisizione conoscenze, stimolo funzioni percettive e sensitive, coordinamento oculo manuale, creatività, autostima.
Laboratorio agronomia e orticultura Acquisizione conoscenze, incremento capacità cognitive e motorie, competenze organizzative, autostima.
Laboratorio teatrale Acquisizione conoscenze, capacità di ascolto e memoria, sviluppo della gestualità espressiva, creatività, autostima.
Laboratorio gastronomico Acquisizione conoscenze, stimolo funzioni sensitive, incremento abilità manuali, autostima.
Laboratorio motorio occupazionale Acquisizione conoscenze, miglioramento del coordinamento, potenziamento competenze spazio temporali, capacità attentive, autostima.